CODICE: 8030

Malvasia di Castelnuovo Don Bosco Doc “Truc Maiori”

Regione

Albugnano, Monferrato (Piemonte)

Vitigno

Malvasia nera lunga

Uomo

Andrea Binello

Cantina

Pianfiorito

Vitigno
Esistono innumerevoli varietà di Malvasia, tutte originano da un vitigno coltivato sull’isola di Creta, da cui si producevano in passato vini dolci. Furono i navigatori genovesi e veneziani a importare in tutta Italia le viti di Malvasia, che dettero poi vita alle diverse varietà oggi coltivate. La Malvasia lunga nera cresce in un’area molto circoscritta di pochi comuni delle colline del Monferrato. Ha la caratteristica di trasmettere al vino profumi di rosa e il gusto della polpa del frutto fresco.
Terroir
I terreni sono abbastanza vari in superficie, ma poggiano tutti su uno strato di marne del Miocene (una varietà di tufo bianco che si sgretola). I vigneti della zona di Albugnano sono caratterizzati da una elevata altitudine media e da una piovosità superiore rispetto la media delle colline vicine. È un micro-clima che favorisce il mantenimento di un buon livello di acidità e un importante sviluppo aromatico. I terreni dove si coltiva il vigneto di Malvasia sono calcareo-argillosi, nella conca di Vezzolano, ad una altezza media di 350 metri.
Uomo
La famiglia Binello è impegnata in una agricoltura molto articolata: coltivazione di ortaggi, piante da frutto (albicocche, pesche e susine), allevamento di bovini di razza per la macellazione, ospitalità in agriturismo e viticoltura. Molta attenzione si è data a valorizzare la coltivazione di varietà di uva tipiche di questa zona del Monferrato, tra queste la Malvasia lunga nera. L’uso sapiente della tecnologia (raffreddamento del mosto e fermentazioni brevi bloccate dalla bassa temperatura) permette di avere vini dolci, a bassa gradazione alcolica e con gli zuccheri residui dagli acini di Malvasia.
Vinificazione e affinamento
Dopo una breve macerazione a freddo le uve vengono pressate in modo soffice. Il mosto viene fatto fermentare in autoclave a temperatura controllata fino al raggiungimento della gradazione alcolica di 5,5% Vol. A questo punto, con un abbassamento della temperatura si blocca la fermentazione. Si procede alla filtrazione e imbottigliamento con sistema isobarico.
Note degustative
Il risultato della particolarissima vinificazione è un vino che ha una leggera pressione (si dice pétillant o “naturalmente vivace”) e un alto contenuto di zuccheri naturali dell’uva. Il vino si presenta di colore rosso ciliegia, con riflessi rosa brillante e una corona di spuma cremosa nel bicchiere. I profumi sono quelli di rosa e mora. In bocca è leggermente fruttato con una evidente dolcezza. Non risulta stucchevole grazie all’acidità e alla leggera frizzantatura.
Entra nel Club

Hai l'età legale per fare uso di alcolici?

Devi avere l’età legale per bere alcolici per accedere a questo sito.