CODICE: 6060

Orcia Doc “Capitoni”

Regione

Pienza, Valle d’Orcia (Toscana)

Vitigno

Sangiovese, Merlot

Uomo

Marco Capitoni

Cantina

Marco Capitoni

Vitigno
Il Sangiovese è il vitigno più coltivato in Italia. I suoi descrittori tipici sono i sentori floreali (iris e violetta) completati da quelli fruttati (ciliegia, amarena e susina). Ovviamente i terreni, il micro-clima e le tecniche di coltivazione influiscono molto sulla predominanza di alcuni su altri. Caratteristica di tutti i Sangiovese è la spiccata acidità, che in certi vini contribuisce a dare una vivace freschezza. Porta tannini, che devono essere domati nella vinificazione e nell’affinamento. Il Merlot porta altre note fruttate, tipicamente ciliegie mature e more, donando intensità e una generale morbidezza. I due vitigni entrano nell’assemblaggio di questo vino in proporzioni diverse a seconda delle annate.
Terroir
I vigneti dell’azienda agricola Capitoni si trovano ad una discreta altezza (460 metri slm), si tratta di terreni di origine sedimentaria marina con stratificazioni diverse di sabbia, argilla e fossili affioranti. Il poggio si affaccia su un “corridoio” naturale con continue brezze diurne e notturne (in direzioni opposte) che garantiscono ventilazione e uve sane.
Uomo
Tra i 55 ettari di proprietà, la famiglia Capitoni ha scelto i 6 ettari di terreno che consentono la migliore coltivazione del vigneto: i suoli più ricchi di sabbie e fossili, che esaltano i migliori profumi nei vini, conferendo anche una certa sapidità. La direzione dei filari è calcolata per riuscire a dare un po’ di ombra nelle ore in cui il sole si trova alla sua massima altezza. L’alternanza di siepi, boschetti e altre coltivazioni consentono biodiversità e controllo degli insetti infestanti. Nelle annate più difficili, con forte piovosità durante la vendemmia, la componente di Merlot viene incrementata, per compensare le acidità sostenute del Sangiovese non giunto a completa maturazione fenolica.
Vinificazione e affinamento
Prima della vendemmia si scaricano grappoli piccoli e rinsecchiti e si raccolgono i grappoli troppo vigorosi che vengono destinati alla produzione di un vino da tavola. Le uve migliori vengono raccolte in cassetta, diraspate e accuratamente scelte su un tavolo vibrante per selezionare i migliori acini a maturazione perfetta. Vinificazione “in rosso” a temperatura controllata, con rimontaggi e follature manuali. Seguono un affinamento in acciaio, e due anni di affinamento in legno: una parte del Sangiovese in botti grandi di Allier, il restante Sangiovese e il Merlot in barriques. L’assemblaggio affina poi ancora un anno in bottiglia.
Note degustative
Di colore rosso rubino brillante e con riflessi violacei. Profumi molto fini, inizialmente vinosi, che si sviluppano con sentori di piccoli frutti rossi e susine selvatiche e un leggero accenno di note speziate. Al gusto si ritrovano gli stessi frutti anticipati dai profumi, un vino da medio corpo, morbido con tannini ben bilanciati.
Entra nel Club

Hai l'età legale per fare uso di alcolici?

Devi avere l’età legale per bere alcolici per accedere a questo sito.